La Storia di Aquileia

La Storia di Aquileia, Città Romana e Sede del Patriarcato

La fondazione della città di Aquileia risale al 181 a.C. per opera dei Romani che la eressero a barriera nei confronti dei Galli e a base di rifornimento per l'esercito stante il collegamento al porto.

Un baluardo in epoca di guerra ed un fiorente mercato in tempi di pace, Aquileia divenne una ricca città che ampliò notevolmente i propri confini prima di cadere vittima della leggendaria epidemia di peste del 165, la quale durò una quindicina d'anni uccidendo una parte significativa degli aquileiesi.

La fortuna tornò a sorridere ad Aquileia nel 300, quando l'Imperatore Massimiano la scelse per costruirvi i suoi palazzi imperiali, quindi nel III secolo, quando divenne sede episcopale.

Il secolo successivo fu invece contrassegnato da rovinose devastazioni, prima con le incursioni Alarico agli inizi del 400, poi con l'entrata in città di Attila che la rase al suolo, cospargendo anche di sale il terreno per renderlo infertile.

L'antica città che legò il suo nome al Patriarcato fra i più potenti del Medioevo venne quindi invasa nel 568 dai Longobardi, i quali si stanziarono nell'entroterra, mentre i Romano-Bizantini restarono sul litorale. 

Tramutata da città florida e ben difesa a preda degli invasori, dovette rinunciare a fungere da sede del Patriarcato, trasferito a Grado ed in seguito a Cividale del Friuli, per tornare nella sua patria nell'Anno Mille. Il patriarca Poppone riportò, infatti, il Patriarcato nella sua natia Aquileia, nel frattempo tornata a risplendere per la vivacità dei commerci.

Come accaduto nel 165 un'epidemia risultò però fatale per la città friulana che nel Trecento si dovette piegare alla malaria, la quale uccise una parte consistente della popolazione e ne piegò inevitabilmente le difese.

Nel Quattrocento Aquileia venne occupata dai Veneziani per poi passare tra i possedimenti del Sacro Romano Impero nel 1509 e tornare sotto la Repubblica di Venezia, prima d'essere concessa agli Asburgo con il Trattato di Campoformio di fine Settecento. Aquileia rimase così un possedimento dell'Impero Asburgico fino alla Prima Guerra Mondiale, unendosi al resto d'Italia soltanto nel 1918.

I siti consigliati
Artegna : Il Portale su Artegna, in provincia di Udine, con le informazioni legate alla storia e al territorio. | Tarcento : Il Portale su Tarcento, Comune in provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia. Ci occuperemo delle informazioni sul territorio, sulla storia e sul turismo. | Udine e Provincia : Il portale interamente dedicato alla provincia di Udine in Friuli Venezia Giulia. Informazioni dettagliate, mappe interattive e attività commerciali di tutti i Comuni del territorio. | Udine e Dintorni : Un sito su Udine e la sua provincia, con informazioni geografiche e storiche e consigli sui luoghi da visitare in questa splendida zona del Fiuli Venezia Giulia |
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio